Il diario di un pazzo / Il naso

Questo libro, pubblicato da Einaudi, ha attirato la mia attenzione per la presenza anche del testo in lingua originale. Ed è stato bello leggere in entrambi lingue. Ho avuto emozioni diverse, a seconda della lingua in cui leggevo. È stato strano.
“Il naso” è una bizzarra storia. Non mi ha emozionato più di tanto. Forse non ho capito quello che voleva dire l’autore. Mentre “Il diario di un pazzo” mi è piaciuto, “particolare” anche questo, ma ho riconosciuto molte persone in questo racconto. In questa pazzia, che ormai è comune. Secondo me, sono tante le persone che vivono con le loro convinzioni. Mi ha ricordato anche il romanzo pubblicato dalla casa editrice Adelphi “l’uomo che guardava passare i treni” di Georges Simenon, entrambi personaggi con lo stesso sintomo, secondo me.

Comments are closed.