“A spasso con Bob”.

bob
Autore: James Bowen
Titolo Originale: A street cat named Bob
Anno pubblicazione:
Anno pubblicazione Italia:
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Consiglio: a TUTTI! Non c’è una fascia d’età.

Ricordo bene quel giorno in cui vidi il servizio al tg che parlava di questo libro, ho subito pensato di consigliarlo alla mia amica, che vive da anni ormai col suo gattone, pur non essendo una grande lettrice, speravo che almeno trattandosi del animale che le piace, questo libro la potesse interessare. Tutto fini che dopo mesi a comprarlo sono stata io, non l’ho mai cercato, questo libro mi ha trovato da solo. Nel momento in cui l’ho preso, non ho avuto nemmeno il dubbio “prendo o lascio”. Assolutamente prendo.
Una lettura molto scorrevole, i capitoli vanno uno dopo l’altro senza nemmeno che te ne accorga. La storia vola. Però non è solo una storiella di un ragazzo che trova il gatto. Come James non sappiamo il passato di Bob, ma veniamo a conoscenza di tutto quello che ha dovuto passato lui, James. Ha fatto tanti errori, ha intrapreso delle strade sbagliate, ma si è risvegliato dall’oscurità che l’aveva inghiottito e stava lottando per uscirne. Racconta la sua vita, come ognuno di noi, giudicare senza pensarci troppo, del vero perchè, la gente finisce in quel modo. Ci sono tanti truffatori, certo, ma ci sono delle persone come James. Parla di come si diventa veramente invisibile per il mondo esterno, la solitudine con cui è difficile combattere.
Innamorarsi del gatto, a cui viene dato il nome, Bob, è impossibile. Tramite le pagine senti le fusa, e ci vuoi giocare anche tu con lui. Questo gatto è incredibile, come d’altronde ogni gatto sulla Terra.

Un giorno, girando per Londra, spero di incontrare James e Bob. Senza troppe parole, vorrei accarezzare Bob, e stringere la mano a James. Lo ammiro tantissimo.

Trama: Quando James Bowen trova davanti alla porta del suo alloggio popolare un gatto rosso, rannicchiato in un angolo, impaurito e malato, non immagina quanto la sua vita stia per cambiare. James, ventisette anni, un passato di alcol e droga, non ha un lavoro né una famiglia su cui contare. Vive alla giornata per le vie di Londra, e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana. L’ultima cosa di cui ha bisogno è un animale domestico. Eppure non resiste a quella palla di pelo, che subito battezza Bob. Pian piano James riesce a farlo guarire, e a quel punto lascia il gatto libero di andare per la sua strada, convinto di non rivederlo più. Ma Bob è di tutt’altro avviso: per nulla al mondo intende separarsi dal suo nuovo amico e lo segue ovunque. Instancabile. Finché a James non rimane che arrendersi. È l’inizio di una meravigliosa amicizia e di una serie di singolari, divertenti e a volte pericolose avventure che trasformeranno la vita di entrambi, rimarginando lentamente le vecchie ferite, anche quelle più profonde.

Gatto-Bob4

Comments are closed.